udienza

Processo a Google. Rinviato al 29 settembre 2009 per assenza dell'interprete ammalato

Il processo sul caso Google, di estrema importanza in materia di responsabilità dei providers e violazione della privacy, ha visto oggi (23 giugno 2009) celebrare un’altra udienza.

Il processo si svolge a porte chiuse, tant’è che la difesa dei dirigenti di Google ha chiesto ed ottenuto che venissero allontanati i giornalisti presenti, tra cui quelli del New York Times, del Wall Street Journal e del France Press.

Il pm Robledo, con una battuta che ci pare ironica, nell’esprimere parere favorevole unitamente al pm Cajani sull’allontanamento dall’aula dei giornalisti, avrebbe detto

“prendiamo atto della trasparenza di Google”.

 All’udienza odierna era previsto l’esame, come teste, di un ingegnere informatico che, per conto della società che gestisce i servizi di video sharing (GoogleVideo) aveva contribuito alla realizzazione  del servizio GoogleVideo.

Il procedimento, però, è stato rinviato al 29 settembre 2009 a causa dell’impedimento, per malattia, dell’interprete nominato dal Tribunale di Milano, il quale avrebbe dovuto assistere l’ingegnere americano nell’esame testimoniale.

Non resta che attendere settembre.

Per ulteriori dettagli si veda questo articolo o gli altri post in questo blog [123456 e 7].

Fabio Bravo

www.fabiobravo.it

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

My Projects

      EUPL.IT - Sito italiano interamente dedicato alla EUPL

E-Contract-U

Giornalismo Investigativo - Inchieste e Diritto dell'informazione

My Books

My e-Books