Referendum

Esercizio di democrazia (a proposito di sovranità popolare)

La sopravvivenza del referendum sul nucleare

ReferendumNuclueare.info

Si è ipotizzato che l’emendamento al decreto omnibus possa aver fatto vacillare l’appuntamento referendario sul nucleare.  A me sembra che il referendum debba sopravvivere: il popolo deve potersi esprimere e l’esercizio diretto della sua sovranità, tanto invocata per legittimare la supremazia del parlamento, deve essergli consentita.

Al riguardo Vi segnalo l’interessante contributo, dal titolo “Emendamento al Decreto Omnibus e Referendum Nucleare: prime considerazioni di teoria generale applicata“, che mi è stato inviato per la pubblicazione sul sito del progetto “ReferendumNucleare.info” da Donatello Puliatti (avvocato, docente a contratto di “Deontologia Professionale, Logica giuridica ed Argomentazione forense” presso la Facoltà di Giurisprudenza di Messina).

Il contributo presenta un’analisi giuridica accurata.

Con l’occasione segnalo che sul sito di progetto (ReferendumNucleare.info) sono stati caricati altri materiali utili, nelle seguenti sezioni: documenti, interviste, video.

Fabio Bravo

www.fabiobravo.it

Information society e importanza del referendum sulla legge elettorale

Si sta assistendo, in quest’ultimo periodo, ad una fitta presentazione di proposte di legge, di iniziativa parlamentare o governativa, che incidono in maniera pesante, spesso discutibile, sugli assetti dell’information society.

Le norme relative a quella che viene chiamata (con un termine non corretto) «antipirateria» (decreto istitutivo del Comitato tecnico contro la pirateria digitale e multimediale, istituito anche per studiare e predisporre proposte nromative), il disegno di legge SIAE-Barbareschi, il c.d. emendamento D’Alia, il disegno di legge Carlucci, il disegno di legge sulle intercettazioni, sono meri esempi di come la politica diviene decisiva per scrivere le norme della società dell’informazione, passando per le dinamiche istituzionali solo apparentemente estranee al merito degli argomenti che mi stanno più a cuore.

Ecco allora che vorrei riflettere con Voi sull’importanza dell’imminente referendum, in cui si dovranno decidere i confini della legge elettorale.

I criteri di selezione delle persone che siederanno in parlamento non possono essere estranei al nostro interesse di cittadini e di persone socialmente impegnate.

Una scelta o un’altra determina ripercussioni forti sull’andamento dei lavori parlamentari che porterà, proprio nel merito, ad accettatre, emendare o cassare i contenuti di determinate proposte che approdano in parlamento.

La politica, che sta disaffezionando a se stessa i cittadini, diviene quel bacino in cui le regole giuridiche si formano e si traducono, in sede istituzionale (parlamentare o governativa) nei provvedimenti legislativi che la società civile si ritrova ad avere.

E’ per questo che, su questo blog dedicato all’Information Society ed all’Information and Communication Technology Law (ICT Law), Vi propongo di confrontarVi con attenzione sui questiti referendari, che mi sembrano ben illustrati, nei pro e nei contro, da questo articolo di Saverio De Laura ove, con felice accorgimento, si trova anche allegato il testo completo del quesito.

Fabio Bravo

www.fabiobravo.it

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

My Projects

      EUPL.IT - Sito italiano interamente dedicato alla EUPL

E-Contract-U

Giornalismo Investigativo - Inchieste e Diritto dell'informazione

My Books

My e-Books