DDL 1415 (Camera)

Intercettazioni. Il disegno di legge passa al Senato

Il tanto discusso disegno di  legge sulle intercettazioni, dopo essere stato approvato l’11 giugno 2009 alla Camera (ddl. 1415) , è transitato al Senato il 12 giugno, ove ha acquisito il n. 1611.

Ecco il testo integrale.

E’ un testo che ha fatto e sta facendo discutere molto e che ora, dopo il passaggio all’altro ramo del Parlamento, sta mobilitando l’opinione pubblica, la magistratura e numerosi personaggi celebri della nostra società, che ravvedono nel testo di legge un’attentato sia alle esigenze di sicurezza dei cittadini (perché in molti casi le possibilità di ricorrere alle intercettazioni vengono compresse in maniera sensibile), sia ai diritti costituzionali di infomare e di essere informati, riconducibili all’art. 21 Cost. (perché si introducono forti limiti alla possibilità di pubblicazione, anche per riassunto, fino alla chiusura delle indagini preliminai o fino all’udienza preliminare; si introduce un’ipotesi di reato per chi contravviene al divieto di pubblicazione con pene detentive ed altre diverse misure; etc.; …tanto da far ipotizzare una vera e propria censura). 

Possono essere considerate misure di tutela della “privacy” e di altri diritti collegati?

I rilievi sarebbero molti e circostanziarli in questo post è impossibile.

In questa sede, pertanto, mi limito a veicolare il link del disegno di legge (già riportato sopra), al fine di contribuire a rendere ampia la circolazione dei contenuti e la reperibilità delle fonti. E’ il primo passaggio fondamentale per un confronto serio sui contenuti, d parte di ciascuno.

Preannuncio però che nei successivi post non mancherò di soffermarmi sui singoli aspetti critici di tale proposta di legge.

Fabio Bravo

www.fabiobravo.it

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

My Projects

      EUPL.IT - Sito italiano interamente dedicato alla EUPL

E-Contract-U

Giornalismo Investigativo - Inchieste e Diritto dell'informazione

My Books

My e-Books