Processo a Google e costituzione di parte civile

Oggi si è svolta l’udienza presso il Tribunale Penale di Milano sul caso di Google, relativo alla pubblicazione un video che riproduceva episodi di cyberbullismo a danno di una vittima affetta dalla sindrome di Down.

All’udienza di oggi il Comune di Milano ha presentato richiesta di costituzione di parte civile, unitamente all’associazione ViviDown e ad un’altra signora, che lamenterebbe ulteriori violazioni della privacy.

In un resoconto di Federico Cella, che riporta una notizia dell’ANSA, si apprende infatti che

L’amministrazione comunale milanese ha chiesto di costituirsi parte civile in base alla legge istitutiva del difensore civico che gli offre la possibilità di costituirsi nei procedimenti in cui sono vittima persone disabili. Hanno chiesto di costituirsi anche l’associazione Vivi Down (…) e una signora che avrebbe subito un episodio distinto di violazione della privacy, lamentando che il suo nome comparisse, dopo una condanna, nel motore di ricerca. Sulle questioni preliminari e sulle parti civili, il giudice deciderà nella prossima udienza.

L’udienza prossima si terrà il 19 febbraio p.v. e tra gli imputati vi sono:

- il presidente del Cda di Google Italy srl

- il Consigliere del Cda di Google Italy responsabile delle strategie per la privacy per l’Europa di Google Inc.

- il responsabile del progetto Google Video per l’Europa.

Il caso, particolarmente delicato, incontra anche una forte attenzione all’estero, come dimostra l’articolo del New York Times, intitolato «Google Executives Face Jail Time for Italian Video».

Continuerò a seguire e commentare l’evolversi della vicenda

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • Twitter
  • MySpace
  • LinkedIn
  • FriendFeed
  • Google Buzz
  • Live
  • del.icio.us
  • RSS
  • email

2 risposte a Processo a Google e costituzione di parte civile

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

My Projects

      EUPL.IT - Sito italiano interamente dedicato alla EUPL

E-Contract-U

Giornalismo Investigativo - Inchieste e Diritto dell'informazione

My Books

My e-Books